Guida alla Legge di Stabilità 2017!

Sgravi su lavoro, ricerca e sviluppo della produttività, nuove agevolazioni  all'impresa, riduzione della tassazione, riforma delle pensioni e tanto altro, ecco di seguito tutte le novità della Legge di Stabilità 2017

                                                                                                                                                                                                                                                                                           fonte:pixabay.com

Numerosi sono gli interventi e gli ambiti in cui la Legge di Stabilità 2017 porta forti novità, in un'ottica generale tesa al miglioramento delle condizioni economiche dei contribuenti, cercando sia da un lato di incentivare la produzione e la crescita delle imprese, dall'altro di portare ad una riforma del sistema pensionistico e lavorativo. Vediamo insieme le principali novità:

Incentivi per le Assunzioni ed il Lavoro

La legge di Stabilità 2017 propone una detassazione dei premi di produttività, con aliquota al 10%, fino a 3mila euro, aumentando così l'importo soglia dagli attuali 2mila euro, soglia che sale fino a 4mila nelle imprese che coinvolgono i dipendenti nell’organizzazione del lavoro. La fascia di reddito sale a 80mila euro (dagli attuali 50mila euro), coinvolgendo quindi quadri e middle management. Stessa aliquota anche per la partecipazione dei lavoratori all’azionariato, e per prestazioni di welfare aziendale. Le agevolazioni per le nuove assunzioni restano e sono previste con particolare focus nelle regioni del Sud Italia nel tentativo di ridurre i tassi di Disoccupazione ( per approfondimenti su questo argomento leggi anche Novità Bonus Assunzioni 2017).

Pensioni

Numerosi gli interventi anche nel settore pensionistico. Innanzitutto viene previsto l’anticipo pensionistico APE che consente di andare in pensione a 63 anni, con 3 anni e 7 mesi di anticipo sull’età pensionabile, con almeno 20 anni di contributi versati. E' prevista inoltre la pensione anticipata con 41 anni di contributi per i lavoratori precoci con almeno 12 mesi di lavoro entro il 19esimo anno di età. L’APE sociale, invece è destinato a particolari categorie di lavoratori, è a carico dello stato fino a 1500 euro: disoccupati senza ammortizzatori, disabili, lavoratori con un disabile in famiglia, lavoratori con mansioni pesanti Quando la pensione supera i 1500 euro, è a carico del lavoratore solo la parte eccedente. L’APE aziendale invece, in base a un accordo fra le parti, prevede che l’anticipo pensionistico sia a carico dell’impresa.

Novità Fiscali

Le novità di portata principale in ambito fiscale che porta le Legge di Stabilità 2017 sono:

  1. Chiusura di Equitalia e sostituzione con un nuovo ente di riscossione partecipato esclusivamente dall'Agenzia delle Entrate con rottamazione cartelle esattoriali (per approfondire leggi anche Rottamazione delle Cartelle Esattoriali Equitalia),
  2. Riforma studi di settore, trasformati in strumenti di compliance fiscale: non più strumenti di accertamento, che misura la congruità, ma indicatore di compliance, che potrà servire anche per premiare fiscalmente i comportamenti più virtuosi e di collaborazione dei contribuenti.
  3. Proroga del bonus ristrutturazione e riqualificazioni energetica  al 50 e 65%, con l'estensione del bonus anche a condomini e alberghi.

Finanziamenti per le Imprese

Per definire gli incentivi per lo sviluppo e la crescita delle imprese è stato realizzato un pacchetto dedicato specificamente alla finanza d’impresa. In particolare vengono detassati i capital gain fino a 30mila euro sugli investimenti di almeno cinque anni. Possibilità, per le start-up, di cedere le perdite a una società sponsor che fa parte del capitale. Infine, detrazioni fiscali al 30% per investimenti nel capitale di PMI e startup innovative. Infine, c’è 1 miliardi d rifinanziamento del Fondi di Garanzia PMI per sostenere in particolari i finanziamento a imprese con rating medio bassi. 

Riduzione della Tassazione 2017

Tra le riforme di maggior portata c'è sicuramente quella che prevede una riduzione del carico fiscale sui contribuenti con grande beneficio sia per le società che per le imprese individuali. L’IRES, che ricordiamo essere l'imposta sui redditi societari scende dal 27.5% al 24% mentre fa il suo ingresso una nuova tassa l’IRI, la tassa sul reddito degli imprenditori, anch’essa al 24%,
Infine, viene previsto il regime di cassa per le società in contabilità semplificata, che quindi pagheranno le tasse sulle fatture incassate e non sul fatturato.
Viene prorogato il maxi-ammortamento dei beni strumentali al 140%, e l' iper-ammortamento per gli investimenti nel digitale al 250%. Queste sono le principali novità che la Legge di Stabilità 2017 prevede, nei prossimi articoli ulteriori approfondimenti!