Reddito di Dignità, cos'è e come funziona

Vediamo insieme cos'è e come funziona il Reddito di dignità, chi può accedervi e come fare.

fonte:sistemapuglia.it

Cerchiamo oggi di fare chiarezza sul Reddito di Dignità previsto come una misura di integrazione del reddito a cui possono accedere tutte le persone che si trovino in difficoltà economiche e in condizioni tali, anche temporanee, da essere al di sotto delle condizioni minime per una esistenza sostenibile.

Come funzione il Red?

 Il Red prevede un percorso individuale, in cui viene concesso un aiuto economico  come indennità per la partecipazione ad un tirocinio, prevedendo quindi non solo un aiuto economico ma anche un percorso di inserimento socio lavorativo. 
Concorrono alla realizzazione della misura del Reddito di Dignità:
l'intera filiera istituzionale degli Enti locali e degli altri enti pubblici (comprese le ASL, gli istituti scolastici, le istituzioni culturali, le ASP, le società partecipate, ecc…) che partecipano all'istruttoria delle domande (i Comuni) e che presentano le manifestazioni di interesse ad ospitare progetti di tirocinio per l'inclusione in cui impiegare i destinatari di ReD
tutte le realtà produttive di piccole medie e grandi dimensioni attive nel sistema economico pugliese, le organizzazioni del Terzo Settore, le parrocchie, le OO.SS. e le Associazioni di categoria con le rispettive reti di CAF e Patronati, e tante altre associazioni private che presentano le manifestazioni di interesse ad ospitare progetti di tirocinio per l'inclusione o progetti di sussidiarietà in cui impiegare i destinatari di ReD
i cittadini che abbiano i requisiti per accedere alla misura del Reddito di Dignità e che nella fase iniziale presentano specifica domanda di accesso, mentre nella fase successiva alla ammissione al ReD sottoscrivono con l'Ambito territoriale di riferimento il patto individuale per l'inclusione sociale attiva.

Come si possono ospitare tirocini per il RED?

Per le attività produttiva che vogliono ospitare i beneficiari del Red, è’ necessario registrarsi come utente della piattaforma www.sistema.puglia.it per poter accedere alla procedura di manifestazione di interesse ad ospitare tirocini delle persone beneficiarie di ReD e accedere al form on line per la compilazione della manifestazione e la presentazione del progetto di tirocinio, in alternativa è consigliabile rivolgersi ad un Commercialista per poter eseguire la pratica nel modo corretto.


Come si accede al Red?

Per poter inoltrare domanda di accesso al beneficio economico del Reddito di Dignità, è necessario registrarsi come utente della piattaforma www.sistema.puglia.it e accedere al form on line (funzionalità Presentazione Domande – Cittadini), direttamente dalla propria postazione informatica, oppure recarsi presso uno degli sportelli di CAF, oppure chiedere assistenza al proprio Commercialista.
Va precisato che il Reddito di Dignità pugliese assorbe e integra il SIA nazionale, per la platea di potenziali beneficiari, per le procedure di presentazione delle domande. quindi i cittadini pugliesi possono  presentare domanda attraverso la piattaforma del Red, perché sarà il sistema informatico a far confluire le domande nel database generale di INPS e dei Comuni per la istruttoria i competenza, insomma i cittadini pugliesi non dovranno presentare altre domande, né farlo su piattaforma INPS!

A quanto ammontano gli aiuti e chi ne ha diritto?

Gli aiuti concessi a titolo di indennità per partecipazione ad un tirocinio arrivano ad un importo massimo di 600 euro e partono da un minimo di 210 euro nel caso in cui i beneficiari siano single. In tutti i casi elemento fondamentale per poter accedere è che l’ISEE annuale non superi i 3.000 euro, soglia al di sopra della quale non si avranno i requisiti necessari per poter accedere alla domanda per il Reddito di Dignità Pugliese
Per ulteriori informazioni commenta questo articolo!