730 PRECOMPILATO 2016, GUIDA COMPLETA ALLE DETRAZIONI FISCALI

Ecco la guida completa alle detrazioni fiscali nel 730 precompilato 2016!

fonte:pixabay.com


Particolare attenzione merita l'argomento delle possibili Detrazioni fiscali nel 730 precompilato 2016, avvicinandosi le prossime scadenze per la dichiarazione dei redditi 2016!
Dal 15 Aprile verranno messe a disposizione dei contribuenti le informazioni dell' Agenzia delle Entrate per poter procedere con la dichiarazione dei redditi precompilata.
Dal prossimo 15 aprile l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei cittadini-contribuenti i dati in possesso del Fisco ed utili per la dichiarazione dei redditi precompilata.
Anche se nel modello 730/2016 precompilato molte voci di spesa verranno inserite direttamente dall’Agenzia delle Entrate, sono numerose le spese detraibili che non potranno essere inserite in via automatica, dunque spetterà direttamente al contribuente, aiutato da un professionista o da solo, inserire le altre voci di spesa detraibili.
Vediamo di seguito quali sono le detrazioni Irpef che possono essere inserite nel modello 730/2016.

Detrazioni fiscali istruzione, scuola e università, modello 730 precompilato 2016.

Tra le spese per cui spettano Detrazioni fiscali sul 730 precompilato 2016 ci sono quelle sostenute per l’istruzione, scuola e università.
Tuttavia, la normativa vigente prevede l’inserimento automatizzato nel modello 730/2016 da parte dell'Agenzia delle Entrate delle sole spese universitarie, di conseguenza per le altre spese relative all'istruzione, spetterà al contribuente o al professionista delegato, inserirle manualmente.
Dal 2016 sono state introdotte numerose e rilevanti novità in materia di detrazioni fiscali IRPEF per istruzione, scuola e università.
Infatti a  partire da quest’anno sono ammesse in detrazione le spese per la frequenza nelle scuole dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione.
Tra le varie spese ammesse in detrazione IRPEF per la frequenza scolastica  sono incluse anche quelle sostenute per la mensa.
Per quale importo sono detraibili queste spese?Gli importi, relativi a spese sostenute per scuole e istruzione, sono detraibili nella misura del 19% fino ad un massimo di spesa di 400 euro, con un totale di detrazione massima quindi per questa voce di spesa di € 76,00. 
Per quanto riguarda invece le spese universitarie non è previsto alcun tetto di spesa, la percentuale di detraibilità rimane comunque del 19%.

Detrazioni fiscali su farmaci e spese mediche, modello 730 precompilato 2016.

Vediamo adesso le detrazioni IRPEF per le spese mediche ed i farmaci.
In teorica queste spese dovrebbero essere inserite direttamente dall’Agenzia delle Entrate nel modello 730/2016 precompilato. Tuttavia a causa di mancati inserimenti di dati sanitari da parte delle farmacie, alcune spese relative a determinate tipoligie di farmaci potrebbero esser assenti, dunque è consigliabile conservare scontrini e ricevute relative a queste voci di spesa per poi poter procedere al controllo degli importi per verificarne la correttezza. Dove possiamo trovarle? Le spese mediche e per farmaci devono essere inserite nel rigo E1 colonne 1 e 2 del modello 730/2016.
Le detrazioni IRPEF per le spese mediche ed i farmaci sono ammesse in misura pari al 19% per importi complessivi di spesa superiori ai 129,11 euro.

Detrazioni fiscali interessi passivi mutuo prima casa, modello 730 precompilato 2016

Proseguiamo la guida ponendo attenzione adesso sulle detrazioni fiscali IRPEF che possono esser applicate per gli interessi passivi sul mutuo prima casa.
In questo caso la voce di competenza sarà già automaticamente valorizzata all'interno del modello 730 precompilato,  è comunque preferibile e consigliabile verificare con attenzione che l'importo della detrazione fiscale indicata nel modello 730/2016 precompilato predisposto dall’Agenzia delle Entrate corrisponda a quanto effettivamente indicato nell’attestazione rilasciata dalla banca che ha erogato il mutuo, al fine di rilevare tempestivamente eventuali errori al fine di correggerli.
In che riquadro possiamo controllare nella dichiarazione dei redditi gli interessi passivi sui mutui prima casa? Saranno indicato al rigo E7 per quanto riguarda il modello 730/2016 e al rigo RP7 per quanto riguarda invece il modello UNICO 2016. La percentuale prevista di detrazione è del 19%, inoltre è possibile portare in detrazione oltre gli interessi passivi anche gli oneri accessori.

Detrazioni fiscali lavori di ristrutturazioni casa, modello precompilato 2016!

Tematica molto interessante è quella riguardante le detrazioni per le spese di ristrutturazione.
Infatti per i lavori di ristrutturazione di casa e immobili, sono previste notevoli detrazioni fiscali nel 2016. Questo tipo di detrazioni non fa riferimento semplicemente alle opere di ristrutturazione in senso stretto, ma più precisamente si riferisce a:

  • lavori di ristrutturazione,
  • acquisto di mobili ed elettrodomestici riferiti all'immobile ristrutturato.

In quale misura sono previste le detrazioni sui lavori di ristrutturazione di casa e immobili? Riassumiamole di seguito:
50% delle spese sostenute (bonifici effettuati) nel periodo compreso tra il 26 giugno 2012 ed il 31 dicembre 2016, nel limite massimo di euro 96.000 per ogni unità immobiliare;
36% delle spese sostenute (bonifici effettuati) nel periodo successivo al 1° gennaio 2017.
Per richiedere le agevolazioni fiscali (detrazioni IRPEF) sui lavori di ristrutturazione di casa e parti comuni degli edifici è necessario che la somma considerata sia stata effettivamente corrisposta nell’anno considerato.
Quindi vale il criterio di cassa, ossia si ha diritto alla detrazione fiscale nel momento in cui si ha l'effettiva uscita monetaria.

Detrazioni fiscali IRPEF spese veterinarie, modello 730 precompilato 2016.

Giungiamo a conclusione ponendo il focus su quelle voci di costo sostenute nel corso dell'anno per spese veterinarie. Anche per queste ultime infatti sono previste delle detrazioni fiscali nel 730 precompilato 2016!
Per poter aver diritto alle detrazioni Irpef per spese veterinarie sostenute durante l'anno passato, tuttavia, sono state individuate delle soglie minime e massime entro le quali, debbano esser calcolate.
Non sono previste detrazioni fiscali nella dichiarazione dei redditi per spese veterinarie sostenute di importo inferiore ai 129,11 euro. Quindi per aver diritto alle detrazioni fiscali IRPEF occorre sostenere una spesa almeno  pari ad 129,11 euro. La percentuale di detraibilità di queste spese è fissata al 19% dell'importo complessivo che non può comunque superare il limite massimo di € 387,40, quindi se nell'anno la spesa veterinaria complessiva supera detto importo, il calcolo della percentuale detraibile dovrà comunque esser fatto su 387,40 euro.
A breve approfondiremo l'argomento relativo alle detrazioni fiscali nel 730 precompilato 2016!