Quando si fa la dichiarazione dei redditi, ultima scadenza il 30 Settembre!

Vediamo insieme quando si fa la dichiarazione dei redditi 2016, novità e ultime scadenze 2016!

Fonte: pixabay.com
La Dichiarazione dei Redditi 2016 anno 2015 va presentata sia dai contribuenti obbligati alla trasmissione che da coloro che vogliono portare le spese sostenute nell’anno di riferimento della dichiarazione a deduzione e a detrazione ai fini Irpef, per capirci quindi al fine di ottenere una riduzione delle imposte da versare!
Ma quando va presentata la dichiarazione dei redditi 2016? Sono previste a riguardo specifiche scadenze in termini di presentazione che variano a seconda del modello che i contribuenti sono tenuti a compilare e a trasmettere all’Agenzia delle Entrate, che sono il Modello 730 o il Modello Unico.

 Novità Dichiarazione dei Redditi 2016

Numerose sono le novità sulla dichiarazione dei redditi 2016 introdotte con la Legge di Stabilità 2016
Riassumiamole di seguito:
Spese sanitarie 730 2016: la novità introdotta dalla nuova Legge di Stabilità 2016 che riguarda le dichiarazione dei redditi precompilate e più precisamente l'obbligo di trasmettere i dati delle prestazioni erogate nel 2015 dal SSN e non, entro una certa scadenza, pena pesanti sanzioni. Il nuovo adempimento si riferisce ai dati che ospedali, ambulatori, strutture convenzionate SSN e non, per cui professionisti e medici privati, società di mutuo soccorso ecc devono obbligatoriamente trasmettere all'Agenzia delle Entrate entro il 28 febbraio 2016 al fine di consentire all'Amministrazione, di predisporre per il contribuenti interessati, il 730 2016 precompilato compresivo di spese sanitarie. Tali dati, dovranno essere inviati al sistema Tessera Sanitaria ogni anno. con l'entrata in vigore del nuovo obbligo di trasmissionedati delle spese sanitarie da parte delle strutture mediche e medici convenzionati al SSN o non, la Legge di Stabilità ha previsto sanzioni tra 100 e 50.000 euro per l'omessa, tardiva o errata trasmissione entro il 28 febbraio di ciscun anno di imposta. La sanzione però può essere evitata, se l'invio avviene con un ritardo massimo di 5 giorni oltre la scadenza o dopo la segnalazione da parte dell'Agenzia, se invece il ritardo accumulato non è più di 60 giorni, la multa è ridotta di 1/3, diventando da € 66,66 euro  a € 20.000,00.
 • Rimborsi 730 superiori a 4000 euro: abolita la norma che prevede le verifiche nei confronti dei contribuenti che, applicano nel 730, detrazioni per carichi familiari o eccedenze derivanti dalle precedenti dichiarazioni. La Legge di Stabilità 2016 ha previsto infatti che, le suddette verifiche, vengano sostituite da controlli preventivi solo in presenza di rimborsi di importo rilevante. Di conseguenza a partire dal 1° gennaio 2016, è abolita la soglia dei 4000 euro che fino adesso ha fatto scattare in automatico i controlli da parte dell'Amministrazione Finanziaria. In ogni caso, il controllo dovrà comunque essere effettuato al massimo entro 4 mesi dalla dichiarazione e non più 7 mesi come è avvenuto finora.

Chi deve usare il modello 730?

Il modello 730 va utilizzato per la dichiarazione dei redditi da:
  • Pensionati;
  • lavoratori dipendenti;
  • Lavoratori in cassa Integrazione e Mobilità;
  • Lavori socialmente utili;
  • Consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.;
  • Sacerdoti dalla Chiesa cattolica;
  • Soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole;
  • Produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770 semplificato e ordinario), Irap e Iva.

Scadenze Modello 730:

Quando si fa la dichiarazione dei redditi? La dichiarazione dei redditi 2016 va presentata quindi entro scadenze differenti da parte dei contribuenti  a seconda delle date stabilite dall’Amministrazione Finanziaria per la consegna del Modello 730 e Unico 2016 per l’anno di imposta 2015. Con l'entrata in vigore del nuovo modello 730 precompilato, è stata modificata la scadenza per la trasmissione e consegna della dichiarazione dei redditi 2016. Le modifiche di tali scadenze modello 730 precompilato, possono ricondursi in un ottica di maggiore trasparenza e semplificazione delle procedure di controllo dettate dalla necessità dell'Agenzia delle Entrate di incrociare i dati tributari dei contribuenti.
In sostanza le date di scadenza 2016 della dichiarazione dei redditi per trasmettere i dati all'Agenzia delle Entrate sono:
• 28 febbraio, data entro cui vanno trasmessi all'Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese deducibili e detraibili dal 730.
• 7 marzo,entro cui i sostituiti di imposta  inviano all'Agenzia, i dati relativi al nuovo modello CU che ha sostituito il vecchio CUD per pensionati, dipendenti, ed ora valido anche per la certificazione unica  lavoratori autonomi.
Mentre la scadenza per la presentazione della dichiarazione dei redditi 2016 con modello 730 è prevista per il 7 luglio e riguarda tutti gli invii compiuti da sostituti d’imposta che prestano assistenza fiscale diretta o tramite intermediari, chi invia il 730 precompilato da solo; Caf e commercialisti e intermediari abilitati.
Dopo aver visto quando si fa la dichiarazione dei redditi, ponendo attenzione sul modello 730, ormai scaduto ricordiamo che la scadenza ultima per l'invio dell' UNICO 2016 è prevista per il 30 settembre 2016!