COSA SONO I FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO

Finanziamenti a fondo perduto: cosa sono e come richiederli!

                                                                                                                                         fonte: pixabay.com

Quando si vuole avviare una nuova attività le spese da sostenere sono veramente molte e in molti casi non si ha la possibilità economica di poter affrontare da soli la spesa, ecco allora che richiedere finanziamenti a fondo perduto può risultare di grande aiuto per poter portare avanti i propri progetti! 
Ma di cosa si tratta in sostanza? I finanziamenti a fondo perduto sono dei particolari contributi erogati in favore di attività imprenditoriali di nuova costituzione nella maggior parte dei casi, da enti pubblici o società finanziarie pubbliche predispongono, per aiutare tali soggetti a riequilibrare la propria situazione finanziaria mediante l’ottenimento di contributi che non dovranno essere restituiti.
Pertanto, i finanziamenti a fondo perduto sono delle concessioni di capitale che, per la loro particolare natura, non potranno che essere effettuati da enti europei, statali, regionali o locali, che attraverso tale strumento vogliano incentivare lo sviluppo delle attività imprenditoriali sul territorio.

Chi può beneficiare dei finanziamenti a fondo perduto?

Nella maggior parte dei casi i finanziamenti a fondo perduto sono rivolti alle Start-up ossia le nuove imprese e quelle che per la natura dell'attività svolta sono particolarmente innovative e di particolare interesse pubblico. 
In altri casi invece vengono previsti particolari Bandi a fondo perduto per aiutare categorie considerate in "svantaggio":

  1. Aiuti all' imprenditoria Giovanile,
  2. Aiuti all' imprenditoria Femminile,
  3. Aiuti ad imprese ubicate in determinate zone o regioni.


Per aver accesso a contributi in conto capitale sono previsti specifici bandi, periodici.
Per richiedere finanziamenti a fondo perduto si dovrà procedere alla compilazione della specifica domanda, cui occorrerà allegare un business plan e una serie ulteriore di informazioni sulla propria impresa e sugli obiettivi che ci si è posti nel breve e nel medio lungo termine, è sempre bene rivolgersi ad un commercialista che si occupi di finanziamenti agevolati, per redigere la domanda, in quanto possono presentare non poche difficoltà.

Esempi di Fondo Perduto 

Sono molteplici i Bandi previsti zia a livello europeo che nazionale e regionale per poter accedere ai finanziamenti a fondo perduto (nei prossimi articoli approfondiremo i nuovi bandi di finanziamenti a fondo perduto 2016!!)
Vediamo di seguito qualche esempio per poterne avere un'idea: 
  • Smart & Start: è una misura a carattere nazionale destinata a progetti imprenditoriali innovativi, promossi da nuove imprese che sono ubicate nei territori del Mezzogiorno. In particolare, la Smart prevede l’erogazione di contributi a copertura dei costi di gestione dei primi anni di attività per imprese ubicate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, e i comuni del cratere sismico aquilano. L’iniziativa Start, invece, prevede l’erogazione di contributi a sostegno delle spese di investimento iniziale per le nuove imprese che sono ubicate in Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, e nei comuni del cratere sismico aquilano, e che intendono operare nell’economia digitale o valorizzare economicamente i risultati della ricerca. Gli incentivi sono cumulabili, ma fino ad un massimo di 200 mila euro per ogni impresa beneficiaria.
  • Quelli che, comunemente, vengono chiamati finanziamenti a fondo perduto CEE, sono l’insieme dei finanziamenti per attività imprenditoriali di varia natura, oggi erogati sulla base dei Fondi Strutturali Europei. In linea di massima, possiamo ricordare come il mondo dei finanziamenti a fondo perduto CEE sia estremamente vario e, pertanto, di difficile sintesi. Al loro interno una quota fondamentale è tuttavia rappresentata dai finanziamenti legati ai FESR (Fondi Europei Strutturali di Sviluppo Regionale), fondi che finanziano la realizzazione di infrastrutture e di investimenti utili per poter incrementare l’occupazione nelle imprese, erogati attraverso le regioni mediante l’emissione di bandi pubblicati in base alle esigenze territoriali (per maggiori informazioni è pertanto sufficiente consultare i siti internet delle regioni di appartenenza).
  • Merita un cenno anche il FEARS, il Fondo finanziario dell’Unione Europea, che stabilisce le norme comunitarie per i finanziamenti destinati ai terreni agricoli. Si chiama invece PSR (Piano di Sviluppo Rurale), lo strumento attraverso il quale ogni regione eroga i fondi comunitari per poter migliorare il settore agricolo e forestale.
  • Nidi, Nuove Iniziative d'Impresa, sono un esempio di finanziamento regionale alle nuove imprese, che prevede in parte un contributo a fondo perduto, per il 50%, e in parte un finanziamento a tasso zero, rivolto in questo caso, essendo promosso a livello regionale, solo alle nuove attività ubicate nel territorio regionale. In un prossimo articolo approfondiremo questa tipologia di finanziamento!


Nei prossimi articoli approfondiremo alcuni tra i bandi più importanti ora attivi, vedendo insieme i requisiti necessari per potervi accedere e le modalità per richiedere finanziamenti a fondo perduto!