COME PRESENTARE DOMANDA PER IL BONUS BEBÈ 2016


Dopo aver chiarito cosa è il Bonus bebè 2016 e chi può richiederlo vediamo adesso come presentare domanda per il bonus bebè 2016.
Il sito dell’INPS specifica quali sono i passaggi che la lavoratrice deve seguire in sede di presentazione della domanda del bonus
I passaggi da seguire per poter richiedere il Bonus bebè 2016 sono specificati direttamente online dal sito Inps. 
Riassumiamo di seguito i passaggi necessari:
1. Verificare i propri dati anagrafici, di residenza ed inserire i dati del proprio domicilio nel caso in cui sia diverso dalla residenza;
2. Indicare il numero di telefono cellulare e l’indirizzo PEC o email per la ricezione delle comunicazioni da parte di INPS;
3. Inserire i dati relativi al padre del minore per cui si chiede il beneficio: nome, cognome, codice fiscale, data di nascita, stato di nascita, provincia di nascita, luogo di nascita, cittadinanza, stato di residenza, provincia di residenza, luogo di residenza, indirizzo, numero civico e CAP, tipo di rapporto lavorativo, codice fiscale del datore di lavoro, periodi di congedo parentale fruiti dal padre in relazione al minore per cui si chiede il beneficio e presso quale datore di lavoro in caso di più rapporti lavorativi
4. Inserire i dati del minore: cognome, nome, codice fiscale, data di nascita, sesso e luogo di nascita; in caso di adozione o affidamento: data di ingresso in famiglia, data di ingresso in Italia, data di adozione/affidamento, numero dei bambini, data di trascrizione del provvedimento straniero di adozione, provvedimento straniero di adozione trascritto nel registro di stato civile di (provincia e comune);
Ancora per poter proseguire nel presentare domanda per il bonus bebè 2016 dovrete:
5. Inserire i dati riguardanti il congedo di maternità relativo al minore indicato: data ultimo giorno del congedo;
6. Indicare i periodi di congedo parentale già fruiti per il minore stesso;
7. Indicare a quale dei due benefici intende accedere e per quante mensilità, con conseguente riduzione di altrettante mensilità di congedo parentale; in caso di scelta del contributo per far fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati, indicare la struttura per l’infanzia, pubblica o privata accreditata, nella quale è stato iscritto il minore oggetto di domanda;
8. Confermare o eventualmente inserire i dati relativi al proprio datore di lavoro/committente: nome, cognome/ragione sociale, codice fiscale, PEC o email del datore/committente, tipo di contratto o di collaborazione, data di iscrizione alla gestione separata (solo per le tipologie di lavoro che prevedono l’iscrizione alla gestione separata), ovvero dichiarare di non avere datori di lavoro o committenti (solo per le libere professioniste iscritte alla gestione separata);
9. Scegliere, in caso di part-time, il rapporto o i rapporti di lavoro per cui si chiede la concessione del beneficio;
10. Dichiarare di aver presentato la dichiarazione ISEE
A questo punto dovrebbe essere tutto chiaro, quindi potete procedere nel presentare domanda per il bonus bebè 2016!